Novita per il video immersivo in Premiere Pro

[vc_row][vc_column width=”1/6″][/vc_column][vc_column width=”4/6″][vc_video link=”https://www.youtube.com/watch?v=f-BQPjQL0lg” align=”center”][/vc_column][vc_column width=”1/6″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Nel tardo pomeriggio ho seguito il live streaming del mitico Jason Levine dove illustrava le novità  del prossimo aggiornamento della Creative Cloud. Mi soffermo sulle novità legate al video immersivo. Dopo la release di aprile che aveva introdotto molte funzionalità per l’editing video 360 e l’acquisizione della suite SkyBox di Mettle prima dell’estate era certo che la nuova release di Premiere Pro avrebbe contenuto molte novità per il video 360. Proprio dalla recente acquisizione vengono inseriti nuove funzionalità come il Rotate Sphere, nuovi effetti come il VR Sharpen, il VR Blur e il VR De-Noise, le transizioni come la VR Iris Wipe e le transizioni di luce Light Leaks. Tutte le funzionalità e gli effetti sono accelerati e ottimizzati per il rendering via GPU. La novità più grande per il video immersivo è sicuramente il nuovo Adobe Immersive Environment che permette di visualizzare, navigare e controllare la timeline direttamente da headset.

L’audio ambisonico o spaziale sta diventando sempre più importante nel video immersivo e nella nuova release è stato ampliato il supporto all’audio ambisonico che ora permette di modificare l’orientamento in modo più dettagliato.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]